mindfulness

Il concetto di Mindfulness che oggi viene utilizzato in ambito psicologico, deriva dalla tradizione buddhista, dalla quale si è poi distaccato in modo che chiunque possa avvicinarsi alla pratica in modo laico e non obbligatoriamente filosofico o spirituale. La meditazione così intesa indica un prestare attenzione in maniera focalizzata al “qui e ora”, per arrivare ad avere una maggiore consapevolezza delle proprie emozioni, delle sensazioni, dei pensieri, delle azioni, ecc.

Numerose ricerche hanno evidenziato che con soli 20 minuti di pratica quotidiana si possono ottenere innumerevoli benefici, anche se ovviamente questi benefici aumentano incrementando il tempo dedicato alla meditazione. Gli effetti positivi sono:

– miglior gestione delle emozioni e dello stress;

– aumento dell’attenzione e della concentrazione;

– diminuzione dei tempi di risposta di fronte agli stimoli;

– aumento delle capacità empatiche;

– cambiamenti nella percezione del dolore;

– rallentamento dell’invecchiamento cellulare;

– miglioramento delle funzioni del sistema immunitario.

Ma come si medita?

Meditare non significa avere la mente sgombra dai pensieri, rilassarsi, isolarsi dal mondo circostante, andare in trance, bloccare o seguire in modo particolare i pensieri. La mindfulness è focalizzare l’attenzione sul respiro e lasciare che i pensieri fluiscano liberamente; se ci si distrae e si comincia a seguire il flusso dei propri pensieri non bisogna giudicare sé stessi ma riportare con gentilezza l’attenzione sul proprio respiro. Generalmente si sceglie il respiro perchè è qualcosa che è sempre con noi, pratico e comodo, ma esistono esercizi di meditazione che fanno focalizzare l’attenzione sulla musica, sui suoni, sul cibo e così via.

Assumere un atteggiamento acritico e lasciare fluire i propri pensieri permette di distaccarsi da essi, osservarli senza farsi trascinare e invischiare in un turbine che spesso è la causa del malessere psicologico che affligge molte persone. Questo è il motivo per cui sempre più spesso la meditazione viene utilizzata in abbinamento a molti trattamenti psicoterapeutici.

vedi LA TERAPIA