assertività

L’assertività è una modalità di vita caratterizzata da un atteggiamento positivo verso se stessi e verso gli altri; è la caratteristica di chi realizza se stesso, manifestando le proprie doti e le proprie esigenze nel contesto sociale. L’atteggiamento assertivo rappresenta un giusto equilibrio tra passività e aggressività.

Per (imparare ad) essere assertivi, occorre prima di tutto riconoscere i diritti della persona, ossia l’insieme di opinioni e valori che ognuno ha nel valutare la realtà esterna e nello scegliere gli obiettivi da raggiungere in ambito sociale, come capacità di mediare tra le esigenze personali e le richieste altrui e come limiti da considerare nel soddisfare i propri bisogni, cercando di non ledere gli altri

  • Ovviamente, se da un lato è importante poter esprimere i propri bisogni e avanzare le proprie richieste, è altrettanto fondamentale che anche gli altri possano comunicare desideri e perseguire obiettivi personali.
  • Essere assertivi vuol dire avere delle competenze sociali che mi permettono di soddisfare i miei bisogni nell’interazione con gli altri, senza causar loro danno verbale, morale o fisico.

Agire con assertività a volte può risultare complesso, ma ciò non significa che sia impossibile: può capitare di sentirsi a disagio in situazioni sociali specifiche o alla presenza di certi tipi di persone ed è in alcuni di questi casi che possiamo far fatica ad esprimerci o a raggiungere gli obiettivi che ci eravamo prefissati.

Quindi a cosa ci serve comportarci con assertività?

  1. A riconoscere le nostre emozioni (se uno sguardo insistente mi fa sentire a disagio, posso capire che sto provando imbarazzo o vergogna) e i nostri sentimenti
  2. A comunicare le nostre emozioni e i nostri sentimenti agli altri attraverso la mimica, i gesti, le parole (allo sguardo insistente posso reagire arrossendo oppure arrabbiandomi e perdendo il controllo delle mie azioni)
  3. A riconoscere i diritti personali e altrui per riuscire a rispettare tanto se stessi, quanto gli altri, secondo un principio di reciprocità
  4. Ad apprezzare se stessi e gli altri, valorizzando gli aspetti positivi delle esperienze e dando valore al ruolo sociale di ognuno di noi
  5. A sentirsi gratificati e realizzati nella propria esistenza, anche nelle piccole cose quotidiane

Quando in alcune o tutte queste circostanze incontriamo delle difficoltà, possiamo “esercitarci” attraverso un vero e proprio allenamento, per sviluppare o affinare capacità di cui siamo carenti: al riguardo esistono dei “training” da esplorare con lo psicoterapeuta sia in seduta, che nelle situazioni di vita reale, utili per apprende una efficace forma di comunicazione interpersonale.

vedi CI OCCUPIAMO DI